CATALOG OF ORIGINAL DESCRIPTIONS: Catapsydrax gortanii Borsetti 1959

This page provides data from the catalog of type descriptions. The catalog is sorted alphabetically. Use the current identification link to go back to the main database.


Higher levels: pf_cat -> C -> Catapsydrax -> Catapsydrax gortanii
Other pages this level: C. apenninicus, C. echinatus, C. golicynensis, C. gortanii, C. indianus, C. parvulus, C. prahovensis, C. stainforthi, C. unicavus, C. venzoi

Catapsydrax gortanii

Citation: Catapsydrax gortanii Borsetti 1959
Rank: Species
Type locality: Along the dirt road connecting the village of Varani with the Vigoleno-Vernasca road, about 1.5 km. west of Vigoleno, at U.T.M. coordinates NQ70286314, Istituto Geografico Militare folio 72: in Piacenza Province, northern Italy.
Type age (chronostrat): Lower Oligocene
Type sample (& lithostrat): Marne variegate.
Type specimens: IF-376
Type repository: Bologna; Institute of Geology and Paleontology, University of Bologna, Italy
Described on page(s) : 207-209

Current identification/main database link: Subbotina gortanii (Borsetti 1959)


Original Description
Caratteri esterni - Forma generale globosa di dimensioni abbastanza variabili, ma in prevalenza superiori alla media. Avvolgimento elicoidale con spira molto alta costituita da almeno 3 giri. Le logge sono complessivamente in numero di 10-13 disposte a 3, 5-4 per giro; inizialmente sono globose e subsheriche mentre nell'ultimo giro tendono ad aumentare in altezza assumendo una forma ellissoiclica. L'accrescimento è regolare: solo in alcuni individui l'ultima loggia ha dimensioni leggermente inferiori alla precedente. Le suture sono radialie molto depresse: specie nella parte terminale; questo conferisce al plasmostraco un contorno fortemente lobato. Le pareti sono grossolanamente perforate salvo quelle dell'ultima loggia che hanno una perforazione un pò meno marcata. L'apertura principale è situata nella zona ombelicale, ricoperta da una <> in genere priva di perforazioni, di forma subrettangolare e leggermente arcuata. Le aperture secondarie normalmente in numero di 2 o 3 sono poste sui lati minori, raramente su uno dei lati maggiori. In alcuni individui è presente una « bulla » suturale con o senza aperture accessorie, priva però sempre di comunicazione con l'interno del plasmostraco. Quanto alla direzione di avvolgimento della spira si è osservato che il 45% circa degli individui è di tipo destrogiro e il rimanente 55% levogiro. Essendo questo il primo ritrovamento della specie non è possibile controllare le ipotesi di Bolli sul significato del senso eli avvolgimento.

Caratteri interni - Le prime logge presentano sezione longitudinale circolare; le ultime invece hanno sezione ellittica. Inoltre le prime logge tendono a ricoprire quelle del giro precedente. La parete è costituita da due strati; uno interno, jalino, apparentemente privo di perforazioni e l'altro di spessore cerca triplo grossolanamente perforato. La parete della «bulla» ha spessore leggermente inferiore a quello delle logge dell'ultimo giro e si presenta costituita da un unico strato con sottilisime fibrosità.

Size: l diametro massimo dell'olotipo è di mm. 0,62 mentre il suo spessore è di mm. 0.54; il rapporto quindi fra diametro e spessore è di 1,15. Nei paratipi il valore del diametro massimo varia da mm. 0,41 a mm. 0,62 e lo spessore da mm. 0,52 a mm. 0.71 : il valore medio del rapporto fra diametro e spessore è circa 1.

Extra details from original publication
Rapporti e differenze - Fra le specie del genere quella che piu s'avvicina al C. gortanii è il G. dissimilis (Cushamn e Bermudez 1937). Se ne distingue però per le maggiori dimensioni, per la maggiore altezza delle ultime logge e soprattutto per la spira più elevata. Quest'ultimo è il carattere saliente della nuova forma che mi sembra sufficiente per distinguerla da tutte le altre finora istituite nel genere Catapsydrax le quali presentano costantemente una spira trocoide molto bassa. Altro elemento distintivo è la presenza, sia pure saltuaria in alcuni dei miei esemplari. di una « bulla » suturale.

Maggiori differenze poi si riscontrano confrontando il C. gortanii con le altri specie. Dal C. stainforthi Bolli, Loblich & Tappan 1957 si differenzia per il numero inferiore di logge nell'ultimo giro e la forma più regolare della « bulla » e dal C. parvulus Bolli, Loblich & Tappan 1957 dal C. unicavus Bolli, Loblich & Tappan 1957 per le dimensioni maggiori, le suture molto più depresse e la presenza di almeno 2 aperture acces­sorie. Per quest'ultimo carattere e per la superficie levigata si distingue dal C. echinatus Bolli 1957.

References:

Borsetti, A. M. (1959). Tre nuovo Foraminiferi plactonici dell'Oligocene Piacentino. Giornale di Geologia. 27: 205-212. gs V O

Wade, B. S., Olsson, R. K., Pearson, P. N., Edgar, K. M. & Premoli Silva, I. (2018b). Taxonomy, biostratigraphy, and phylogeny of Oligocene Subbotina. In, Wade, B. S. , Olsson, R. K. , Pearson, P. N. , Huber, B. T. & Berggren, W. A. (eds) Atlas of Oligocene Planktonic Foraminifera. Cushman Foundation for Foraminiferal Research, Special Publication. 46(Chap 10): 307-330. gs V O


logo

Catapsydrax gortanii compiled by the pforams@mikrotax project team viewed: 27-11-2020

Taxon Search:
Advanced Search

Short stable page link: http://mikrotax.org/pforams/index.php?id=130158 Go to Archive.is to create a permanent copy of this page - citation notes



Comments (0)

No comments yet on this page. Please do add comments if you spot any problems, or have information to share

Add Comment

* Required information
1000
Captcha Image
Powered by Commentics