CATALOG OF ORIGINAL DESCRIPTIONS: Globoquadrina sellii Borsetti 1959

This page provides data from the catalog of type descriptions. The catalog is sorted alphabetically. Use the current identification link to go back to the main database.


Higher levels: pf_cat -> G -> Globoquadrina -> Globoquadrina sellii
Other pages this level: G. altispira conica, G. altispira globosa, G. asanoi, G. dehiscens praedehiscens, G. globularis, G. himiensis, G. kagaensis, G. langhiana, G. larmeui, G. obesa, G. pachyderma pacifica, G. palmerae, G. patriciae, G. pozonensis, G. primitiva, G. pseudofoliata, G. quadraria advena, G. sellii, G. subdehiscens, G. tripartita laxispira, G. tripartita tricamerata

Globoquadrina sellii

Citation: Globoquadrina sellii Borsetti 1959
Rank: species
Type locality: Along the dirt road connecting the village of Varani with the Vigoleno-Vernasca road, about 1.5 km. west of Vigoleno, at U.T.M. coordinates NQ70286314, Istituto Geografico Militare folio 72: in Piacenza Province, northern Italy.
Type age (chronostrat): Lower Oligocene
Type sample (& lithostrat): Marne variegate.
Type specimens: pl. 1. fig. 3a-d, camera Iucida drawings, X 75: Fig. 3a-c, holotype, ventral, dorsal, and side views: 3d, paratypoid, equatorial longitudinal section. holotype no. IF-380: paratype no. SF-44.
Type repository: Bologna; collection of the Micropaleontology Stratigraphy Laboratory of the Institute of Geology and Paleontology, University of Bologna, Italy.
Described on page(s) : 205-207

Current identification/main database link:


Original Description
Caratteri esterni. - Forma di dimensioni molto variabili, costituita da circa 2-2.5 giri di spira trocoicle molto bassa. Le logge sono complessivamente in numero di 7-8 di cui 3 nell'ultimo giro. La loro forma e inizialmente subsferica, mentre nell'ultimo giro e depressa e con due angolosita: una dorsale poco pronunciata presso le suture e una ventrale di solito piu marcata che delimita l'ombelico. Per questa forma delle logge il plasmostraco risulta sui lato dorsale debolmente convesso o quasi pianeggiante, sui lato ventrale invece fortemente estroflesso al margine ma ampiamente concavo al centro per la presenza di un esteso ombelico. L'accrescimento delle logge e molto rapido; l'ultima, di solito, costituisce da sola piu della meta dell'intero plasmostraco. In alcune forme senili e presente una piccolissima loggia supplementare, piatta e imperforata che ricopre in minima parte la faccia orale.

Le suture, nei primi gm poco depresse e leggermente arcuate, sono nell'ultimo rese evidenti dall'angolosita delle logge. Le pareti sono grossolanamente perforate: solo il margine dell'apertura e sempre imperforato e talora la superficie orale presenta una perforazione piu minuta. Il lato ventrale e quasi interamente ricoperto da numerose, grosse e tozze spine pitt frequenti prcsso l'ombclico ; solo saltuariamente si estendono a ricoprire quasi interamente l'ultima loggia. La superficie orale di questa che e normalmente molto estesa e debolmente convessa, e invece ricoperta da spine piú rare e meno sviluppate.

L'apertura e costituita da una lunga e stretta fessura posta alia base dell'ultima loggia presso l'ombelico ed e ornata da un sottile labbro debolmente rugoso.

Circa la direzione di avvolgimento, nei 34 individui presi in esame si e constatato che essa e levogira nel 64 % circa, destrogira nel 36%; e chiaro quindi che eiste una direzione di avvolgimento levogira preferita.

Caratteri interni. - Dall'osservazione delle sezioni sottili si nota innanzi tutto che le logge del prima giro, a sczione circolare, sono quasi interamente inglobate dalle successive. L'ultima loggia presenta la caratteristica forma del genere Globoquadrina.
"Le pareti sono costituite da un unico, spesso strata interamente e grossolanamente perforato. Solo al margine dell'apertura compare invece un materiale calcarea imperforato e molto finemente fibrosa. La cosa e evidente anche nelle logge del giro interno clove, in corrispondenza della primitiva area ombelicale, le pareti sono piu sottili e fibrosa-imperforate. Il passaggio fra le due strutture del plasmostraco non e graduale, ma netto.

Size: Il diametro massimo dell'olotipo e di mm 0.49 e lo spessore mm 0.41. Il rapporto fra il diametro e lo spessore e di 1.2 e quello fra la larghezza dell'intero plasmostraco e la larghezza dell'ultima loggia e 1.8. Nei paratipi il diametro massimo varia da mm. 0.28 a mm. 0.56 e lo spessore da mm. 0.26 a mm. 0.49. ll valore medio del rapporto fra la larghezza dell'intero plasmostraco e quella dell'ultima loggia e ancora 1.8; il valore medio del rapporto fra diametro e spessore e 1.08.

Extra details from original publication
Rapporti e differenze. - Le principali caratteristiche di Globoquadrina sellii sono la costante presenza di 3 logge nell'ultimo giro e il loro accrescimento eccezionalmente rapido. Queste particolarita non mi risultano comuni a nessun'altra specie di Globoquadrina finora conosciuta. Tuttavia una forma abbastanza simile alla mia e la G. primitiva Finlay (1947) del Cretaceo sup. ed Eocene della Nuova Zelanda; essa ha pero 3.5-4 logge per giro e l'intera superficie molto rugosa. Inoltre come si e gia detto nella G. sellii l'ultima loggia costituisce in genere piu della meta dell'intero plasmostraco, mentre nella G. primitiva ne costituisce appena 1/3.

U'altra forma simile con 3 logge nell'ultimo giro e la Globoquadrina rohri (Bolli 1957) ascritta dal suo A. al genere Globigerina e da Blow considerata invece come Globoquadrina (Blow, 1959). Pero questa specie ha una forma generale molto piu globosa e l'accrescimento piu graduale per cui nell'ultimo giro le logge hanno dimensioni analoghe. Inoltre l'area ombelicale e molto ridotta, le spinosita sono limitate ad una zona molto ristretta e le logge, pur essendo abbastanza compresse, non presentano alcuna angolosita."

References:

Borsetti, A. M. (1959). Tre nuovo Foraminiferi plactonici dell'Oligocene Piacentino. Giornale di Geologia. 27: 205-212. gs V O

Wade, B. S., Pearson, P. N., Olsson, R. K., Fraass, A. J., Leckie, R. M. & Hemleben, C. (2018c). Taxonomy, biostratigraphy, and phylogeny of Oligocene and Lower Miocene Dentoglobigerina and Globoquadrina. In, Wade, B. S. , Olsson, R. K. , Pearson, P. N. , Huber, B. T. & Berggren, W. A. (eds) Atlas of Oligocene Planktonic Foraminifera. Cushman Foundation for Foraminiferal Research, Special Publication. 46(Chap 11): 331-384. gs V O


logo

Globoquadrina sellii compiled by the pforams@mikrotax project team viewed: 26-11-2020

Taxon Search:
Advanced Search

Short stable page link: http://mikrotax.org/pforams/index.php?id=130950 Go to Archive.is to create a permanent copy of this page - citation notes



Comments (0)

No comments yet on this page. Please do add comments if you spot any problems, or have information to share

Add Comment

* Required information
1000
Captcha Image
Powered by Commentics