CATALOG OF ORIGINAL DESCRIPTIONS: Globigerinoides dinapolii Ogniben 1958

This page provides data from the catalog of type descriptions. The catalog is sorted alphabetically. Use the current identification link to go back to the main database.


Higher levels: pf_cat -> G -> Globigerinoides -> Globigerinoides dinapolii
Other pages this level: G. altiaperturus praealtiaperturus, G. apertasuturalis, G. bannerblowi, G. bispherica, G. bollii, G. bradyi grandis, G. bulloideus, G. cancellata, G. canimarensis, G. conglobatus altihelix, G. consuelensis, G. diminuta, G. dinapolii, G. elongata bikiniensis, G. elongata cedrosensis, G. emeisi, G. eoconglobatus, G. fournieri, G. fragilis, G. glomerosa, G. glomerosa circularis, G. glomerosa curva, G. glomerosa glomerosa, G. haitiensis anterubra, G. haitiensis compactus, G. haitiensis compressus, G. haitiensis epityche, G. haitiensis praerubra> >>

Globigerinoides dinapolii

Citation: Globigerinoides dinapolii Ogniben 1958
Rank: species
Type locality: Montagnella farmhouse, 3 km. north-northwest of Caiazzo, Caserta, Italy
Type age (chronostrat): Middle Miocene
Type sample (& lithostrat): base of the Helvetian-Tortonian Flysch di Moleta; in a limy marl.
Type repository: Milan; Institute of Geology, University of Milan

Current identification:


Original Description
Guscio calcareo a contorno trilobato. Dal lato dorsale si osservano le prime camere. varaimente esposte, globose, al massimo in numero di sei su due giri a spira trocoide, con dimensioni regolarmente crescenti. L'utimo giro raggiunge una disposizione quasi planispirale ed e dato da te camere con dimensioni molto maggiori delle precedenti ed a loro volta crescenti, col diametro di ogni camera per lo piu, ma non sempre, di circa 1/3 maggiore di quello della camera precedente. Queste camere finali hanno forma semisferica e si estendono a ricoprire in buona parte la camera che precede, ed in parte anche i giri interni, che risultano pertanto variabilmente esposti. Dal lato ventrale si osservano solo le tre camere dell'ultimo giro, con le tre suture che si congiungono a 120° circa, senza depressione ombelicale. Suture abbastanza depresse ed incavate, cosi da dare al la peri feria del guscio un contorno moderatamente trilobato. La tendenzaa ricoprire le camere precedenti, in modo che può ricordare quanto avviene, p. es. nel genere Sphaeroidinella, si traduce specco in una disposizione incrostante dei bordi delle camere seguenti, con andamenti minutamente ed irregolarmente crenulati delle suture, che possono divenire anche sfumate e poco evidenti. Le aperture si osservano di preferenza fra ogni camera dell'ultimo giro ed il gruppetto centrale delle camere iniziali; inoltre l'ultima camera presenta un'apertura terminale in forma di sottile fessura, limitata alla parte periferica della camera. Perforazione marcata ed uniforme su tuito il guscio.

Size: Dimensioni dell'olotipo. - Diametro maggiore 0.44 mm.; diametro minore 0.37 mm.; rapporto fra i due diametri 1.19; altezza 0.33 mm.; diametro dell'ultima camera 0.32 mm.

Extra details from original publication
la molteplicita delle aperture determina l'appartenenza di questa forma al genere Globigerinoides.

Osservazioni. - Si è constatata una limitata variabilita delle dimensioni, col diametro maggiore oscillante da mm. 0.52 a mm. 0.36. Inoltre varia il fattore d'accrescimento delle camere dell'ultimo giro, cosi che il contorno trilobato del guscio puo andare da una forma a tre lobi quasi equivalenti ad una forma tendente alla bilobata. Questo si esprime con una variazione nel raporto fra i diametri maggiore e minore da 1.15 ad 1.36. Altri variabilita gia ricordata si ha nell'esposizione del gruppo delle camere centrali, dovuta al maggiore o minore estendersi su di esse dei bordi delle camere terminali. Gli esemplari osservati sono destrorsi e sinistrorsi in proporzione uguali.

Rapponi e differenze. - La forma ora descritta coincide col Globigerinoides sp. figurato e descritto da di Napoli Alliata (loc. cit.) per il sondaggio della Pietra di Salomone (Palazzo Adriano, Palermo) alle profondita di 133m. 180m. e 201m., e pertanto nell'intervallo di eta tortoniana (m. 124- 230). Dalle fotografie e dalla descrizione di di Napoli Alliata risultana bene la parziale sovrapposizione e la variabilita di rapporti fra le dimensioni dell ultime tre camere, con tendenza da forme equitrilobate a quasi bilobate.

Le forme piu affini a quella descritta sono il Globigerinoides trilobus (Reuss) ed il Globigerinoides trilocularis (d'Orbigny), che generalmente non mostrano la parziale involuzione che caratterizza il Globigerinoides dinapolii, né la parziale sovrapposizione di ogni camera alla precedente. Inoltre hanno una sagoma molto piu allungata, con rapporti di quasi 2/1 fra diametro maggiore e diametro minore, anche perche l'ultima camera ha dimensioni quasi equivalenti alla sorruna delle due precendenti.

Globigerinoides conglobatus (Brady) ha le ultime camere meno rigonfie, non semisferiche, e le suture poco o non incavate, cosi che ne risulta una forma piu globosa che trilobata, con disposizione nettamente differente da qualla quasi planispirale del Globigerinoides dinapolii. Anche questa specie, tutavia, mostra parziale sovrapposizione delle camere dell'ultimo giro.

References:

Ogniben, L. (1958). Stratigrafie e microfaune del Terzierio della zona di Caiazzo (Caserta), 6; descrizione paleontologiche. Rivista Italiana di Paleontologia e Stratigrafia. 65: 199-286. gs


logo

Globigerinoides dinapolii compiled by the pforams@mikrotax project team viewed: 15-5-2021

Taxon Search:
Advanced Search

Short stable page link: https://mikrotax.org/pforams/index.php?id=130831 Go to Archive.is to create a permanent copy of this page - citation notes



Comments (1)

Sort By
Page 1 of 1
 
Gravatar
Fran├žois

dinapolii with two "ii" according to E&M di Napoli+i

Gravatar
Jeremy Young (Tonbridge, UK)

corrected, thanks

Page 1 of 1
 

Add Comment

* Required information
1000
Captcha Image
Powered by Commentics