CATALOG OF ORIGINAL DESCRIPTIONS: Globigerinoides ruber parkeri Borsetti & Cati 1975

This page provides data from the catalog of type descriptions. The catalog is sorted alphabetically. Use the current identification link to go back to the main database.


Higher levels: pf_cat -> G -> Globigerinoides -> Globigerinoides ruber parkeri
Other pages this level: << < G. muratai, G. nuttalli, G. obliqua, G. obliquus amplus, G. obliquus extremus, G. parawoodi, G. parkerae, G. parva, G. pseudodubia, G. pseudoruber, G. pseudosellii, G. quadrilobatus hystricosus, G. quadrilobatus praeimmaturus, G. quadrilobatus primordius, G. ruber albus, G. ruber parkeri, G. rubra seigliei, G. rubriformis, G. sacculifer brachysacculifer, G. sacculifer minimus, G. sacculifer spinulosus, G. sacculifera subsacculifera, G. sacculiferoides, G. sacculiferus immatura, G. sacculiferus irregularis, G. semiinvoluta, G. semiinvolutus, G. sicanus, G. sicanus praesicanus, G. subconglobatus micra, G. subconglobatus subconglobata> >>

Globigerinoides ruber parkeri

Citation: Globigerinoides ruber parkeri Borsetti & Cati 1975
Rank: sub-species
Type locality: Sezione Cà Ciuccio (Casinina, Pesaro); L'olotipo e i paratipi sono depositati presso e sono contraddistinti rispet- tivamente dalle sigle IF 588 e IF 589.
Type age (chronostrat): zona a Globorotalia margaritae (Pliocene inferiore)
Type sample (& lithostrat): campione 842
Type specimens: Tav. VII; ff. 4-7; tav. VIII; ff. 6a-c; Holotype IF 588, paratype IF 589.
Type repository: Bologna; Institute of Geology and Paleontology, University of Bologna, Italy;
Described on page(s) : 105-6

Current identification:


Original Description
Plasmostraco compatto, a parete piuttosto spessa e debolmente rugosa, con perforazione minuta, costituito da logge globose in numero di 3 per giro di spira. Suture inizialmente indistinte, evidenti nell'ultimo giro, ma poco o niente depresse. Margine pressochè continuo, leggermente lobato solo in corrispondenza dell'ultima loggia. L'accrescimento è piuttosto lento; in alcuni individui le dimensioni delle logge dell'ultimo giro sono quasi uguali, in altri l'ultima loggia è più piccola della precedente. Spira trocoide, da bassa a notevolmente elevata. L'apertura principale è costituita da una fessura ortogonale alla base dell'ultima loggia ed è orlata da un margine rugoso e imperforato. Negli individui meno tipici, qÙesta fessura tende ad allargarsi assumendo una forma ovale. Le aperture secondarie, piccole e a forma semicircolare, sono in numero di 2-3; di queste, due si trovano generalmente nell'ultima loggia.

Extra details from original publication

Osservazioni - Individui con le caratteristiche sopra descritte sono stati considerati da PARKER (1962) come morfotipi di Globigerinoides ruber ed inclusi nel gruppo 3. Nelle microfaune provenienti dalle argille del Pliocene inferiore sono presenti esemplari identici a quelli figurati da PARKER (op. cit., t. 4, ff. 6 e 8). Poichè nelle sezioni da noi studiate questa forma compare solo nel Pliocene inferiore e non ci risulta presente in terreni più antichi, è evidente che essa ha non solo un signifìcato ecologico, ma anche stratigrafico ed è per questa ragione che ci è sembrato opportuno elevarla al rango di sottospecie di Globigerinoides ruber.

Editors' Notes
This is a junior homnym of Globigerinoides parkerae Bermudez 1961, so if it used it would need a new name. [editor's comment - JRY 2019]

References:

Borsetti, A. M. & Cati, F. (1975). La biostratigrafia del Messiniano nell'Avanfossa Padano- Adriatica. Giornale di Geologia. 40: 73-124. gs V O


logo

Globigerinoides ruber parkeri compiled by the pforams@mikrotax project team viewed: 23-4-2021

Taxon Search:
Advanced Search

Short stable page link: https://mikrotax.org/pforams/index.php?id=130874 Go to Archive.is to create a permanent copy of this page - citation notes



Comments (0)

No comments yet on this page. Please do add comments if you spot any problems, or have information to share

Add Comment

* Required information
1000
Captcha Image
Powered by Commentics