CATALOG OF ORIGINAL DESCRIPTIONS: Globorotalia scitula ventriosa Ogniben 1958

This page provides data from the catalog of type descriptions. The catalog is sorted alphabetically. Use the current identification link to go back to the main database.


Higher levels: pf_cat -> G -> Globorotalia -> Globorotalia scitula ventriosa
Other pages this level: << < G. quadraria, G. quadrata, G. quetra, G. quinifalcata, G. redbankensis, G. reissi, G. renzi, G. rex, G. saginata, G. saheliana, G. salisburgensis, G. saphoae, G. scitula gigantea, G. scitula praescitula, G. scitula subscitula, G. scitula ventriosa, G. seigliei, G. sibaiyaensis, G. sinuososuturalis, G. spinulosa, G. strabocella, G. sturanii, G. subbotinae, G. subconica, G. suterae, G. tadjikistanensis, G. testarugosa, G. tetracamerata, G. thebaica, G. tortiva, G. tosaensis> >>

Globorotalia scitula ventriosa

Citation: Globorotalia scitula ventriosa Ogniben 1958
Rank: sub-species
Type locality: Montagnella farmhouse, 3 km. north-northwest of Caiazzo. Caserta, Italy
Type age (chronostrat): Middle Miocene
Type sample (& lithostrat): base of the Holvetian-Tortonian flysch di Noleta
Type repository: Milan: Institute of Geology, University of Milan

Current identification:


Original Description
Come appare dall'elenco di citazioni, dalla Globorotalia scitula Brady viene da vari anni tenuta correntemente distinta una forma che sembra essere una sottospecie primitiva. A differenza di quest'ultima, che presenta guscio moderatamente e quasi ugualmente biconvesso, la sottospecie presenta convessità molto maggiore dal lato ventrale che non dal lato dorsale. La differenza e visibile soprattutto in sezione od in prospetto laterale, ed avvicina la sottospecie al tipo truncorotaloide (vedere il sottogenere Truncorotalia di Cushman e Bermudez, mentre la specie è ancora una tipica Globorotalia s.s. secondo la definizione del sottogenere data da questi autori.

Dal lato dorsale la differenza non e molta, e si riduce nei tipi bene svilupati ad una piu evidente lobatura del contorno nella sottospecie dovuta alla maggiore globosita delle camere. In particolare l'ultima camera puo nella sottospecie essere talora notevolmente piu sviluppata secondo il raggio che non secondo l'arco della periferia del guscio, dando a questo una forma oblonga che contrasta con quella subcircolare della specie. Dai lati ventrale e laterale e evidente il differente accrescimento di altezza delle camere dall'ultimo giro, debole nelle specie e notevole nella sottospecie. Vi à netta differenza fra le due forme nel rapporto fra il diametro (misurato sulla penultima camera) e l'altezza del guscio, con valori da 1 a 1.5 per gli esemplari ben sviluppati della specie. Rapporti diversi sembrano talora dovuti a deformazioni tettoniche.

Caratteristica nella sottospecie e specialmente l'ultima camera, la cui parte ventrale termina verso l'area ombelicale con una gonfia sporgenza al di fuori dell'insieme delle altre camere, a differenza che nella specie. Anche la concavita della faccia aperturale dell' ultima camera à piu accentuata nella sottospecie. Gli altri caratteri differenziali non sono costanti e sono dovuti per lo piu al differente stato di fossilizzazione. La sottospecie. piu antica, ha generalmente il guscio opaco e la perforazione alquanto piu grossolana. Le dimensioni della sottospecie sembrano in media maggiori di quelle della specie, ma entro largo intervallo di variabilita.

Size: Dimensioni dell'olotipo. - Diametro maggiore 0.40 mm.; diametro minore 0.33mm.;rapporto fra i due diametri 1.2; altezza 0.27mm.; rapporto fra diametro ed altezza 1.2; diametro ultima camera 0.25 mm.; altezza ultima camera 0.25 mm.; rapporto fra diametro ed altezza ultima camera 1

Extra details from original publication
La sottospecie viene denominata 'ventriosa' per ricordare il forte sviluppo della faccia ventrale del guscio. Si è evitata la denominazione 'miocenica,' nonosante sia caratteristica della sottospecie la distribuzione miocenica in contrasto con la distribuzione pliocenico-recente della specie. per non cadere in omonimia con Globorotalia menardii (d Orbigny) var. miocenica Palmer, del Miocene medio e superiore dell'America centrale. E' interessante che anche questa forma reppresenta una variazion e in senso truncorotaloide, ma della 'menardii' anziché della 'scitula.'

Osservazioni.- Si è gia notata la variabilita del rapporto fra diametro minore ed altezza del guscio. che va da 1 o poco piu ad 1.5. Si è calcolato il rapporto sul diametro minore (sulla penultima camera), perche il diametro maggiore, misura o sull'ultima camera, rende meno evidente la differenza fra sottospecie e specie, dato il contorno spesso ovale della sottospecie. Negli esemplari a disposizione si è visto variare il diametro massimo della sottospecie da 0.41 a 0.20 mm., e le altezze in proporzione. Gli avvolgimenti osservati sono in prevalenza sinistrorsi.

Rapporti e differenze - Affini alla Globorotalia scitula, ma generalmente con maggior numero di camere sono la Globorotalia pseudoscitula Glaessner e la Globorotalia pseudoscitula elongata Glaessner, che secondo lo stesso Glaessner sono da considerarsi predecessori terziari della specie recento. Di esse spectalmente La varieta elongata mostra somiglianze con la sottospecie ventriosa ora descitta, per il forte sviluppo dell'ultima camera. Si tratta tuttavia di forme piu appiattite, biconvesse senza tendenze trucorotaloidi, e piu facili a confondersi con la specie scitula che non con la sottospecie ventriosa. Quest'ultima non sembra pertanto costituire un anello intermedio fra l'eocenica 'pseudoscitula' e la pliocenico-recente 'scitula.'

Holotype and figured paratypes from the late Helvetian occurs also in the Aquitanian; Langhian (Ruscelli, Lipparini); Helvetian (Ruscelli, Rossi Ronchetti); Tortonian (Perconig; di Napoli Alliata); and the undifferentiated Upper Miocene (AGIP Mineraria).

References:

Ogniben, L. (1958). Stratigrafie e microfaune del Terzierio della zona di Caiazzo (Caserta), 6; descrizione paleontologiche. Rivista Italiana di Paleontologia e Stratigrafia. 65: 199-286. gs


logo

Globorotalia scitula ventriosa compiled by the pforams@mikrotax project team viewed: 2-3-2021

Taxon Search:
Advanced Search

Short stable page link: https://mikrotax.org/pforams/index.php?id=131281 Go to Archive.is to create a permanent copy of this page - citation notes



Comments (0)

No comments yet on this page. Please do add comments if you spot any problems, or have information to share

Add Comment

* Required information
1000
Captcha Image
Powered by Commentics